GIAPPONE

Asia

Capodanno Giappone
Capodanno Giappone
Capodanno Giappone
Capodanno Giappone
Capodanno Giappone
Capodanno Giappone

Capodanno Giappone: Campane dei Templi

Locandina PDF

Vivi la magia di un Viaggio di Capodanno in Giappone con il nostro tour in partenza il 29 Dicembre. A differenza dei paesi occidentali, in Giappone non si usa far scoppiare botti e petardi a mezzanotte, al contrario, il passaggio di consegne tra anno vecchio e anno nuovo avviene in maniera molto pacata. Solo alcune note acustiche eccheggiano, poco prima dello scoccare della mezzanotte, in quanto vengono fatte suonare le campane dei templi buddisti sparsi per tutto il Giappone: la campane battono 108 colpi nell’arco di un’ora di tempo, per purificare il popolo dalle sue 108 passioni terrene. La cerimonia più importante invece è quella dell’hatsumode, ossia recarsi in visita a un luogo sacro nel primo giorno dell’anno con abiti nuovi
. Le famiglie si riuniscono per mangiare Toshi-koshi soba (le tagliatelle che rappresentano un desiderio di lunga vita), e si prepara l’omochi (dolcetto di riso) tutti insieme, pestandolo in un mortaio di legno con una specie di martello nei cortili di casa. Il tutto circondato dalla vitalità ed energia di questa capitale che racchiude le due anime contrastanti del Giappone, quella tradizionale insieme all’altra più moderna dei nostri tempi. Il tour prevede anche una serie di visite opzionali che potranno svelarvi i segreti di questo contraddittorio paese, venite a festeggiare con noi il Nuovo Anno…!

Tipologia

Partenza speciale

Durata

9 giorni - 7 notti

IMPORTANTE

Assistente dall'aeroporto all'hotel in lingua italiana (giorno 1)
Guida in lingua italiana (giorno 2, 4, 5, 6). Supporto telefonico (numero di emergenza) per la durata del soggiorno

Gruppo

Minimo 2 - Massimo 22 Partecipanti

Partenze

29 Dicembre 2018

Sistemazione

Hotel a Tokyo (3 notti), Lago Biwa (1 notte), Kyoto (3 notti) nelle strutture indicate

Trattamento

Pernottamento con 7 prime colazioni*, 3 pranzi, 1 cena

* In caso di volo la mattina presto la colazione non sarà compresa e non può essere rimborsata

Trasporti

Treno Shinkansen (2a classe, posti riservati) Tokyo-Kyoto
Trasporti con mezzi pubblici per visite e spostamenti come da programma - nel caso in cui il numero dei partecipanti sia superiore a 15 persone potrebbero essere utilizzati i mezzi privati

Voli

Di linea Finnair dall'Italia via Helsinki

1° GIORNO - 29 Dicembre: Partenza dall'Italia

Partenza per Tokyo dall’Italia con volo di linea Finnair via Helsinki. Pasti e pernottamento a bordo.

2° GIORNO - 30 Dicembre: Tokyo

All’arrivo in aeroporto, dopo il controllo passaporti ed il ritiro dei bagagli, trasferimento a Tokyo, la capitale attuale. Ad accogliervi ci sarà un assistente in lingua italiana che sarà a disposizione dall’aeroporto fino in hotel per eventuali informazioni e check-in una volta arrivati in hotel.
Trasferimento aeroporto-hotel con i mezzi pubblici. Supporto telefonico 24h. (Le camere sono disponibili dalle ore 15:00). Pernottamento presso il Shinagawa Prince Hotel Main Tower o similare.

3° GIORNO - 31 Dicembre: Tokyo

Prima colazione in hotel e incontro con la guida parlante italiano alla lobby dell’hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Tokyo con guida in italiano. Si comincia con la visita alla strada commerciale Ueno Ameyoko, nota come «la via dei negozi di caramelle». Visita all’antico e caratteristico quartiere di Asakusa, dove sorge il tempio Senso-ji del VII sec., il più antico della città, e al lungo viale Nakamise-dori con i suoi tradizionali negozi di souvenir. Pranzo in ristorante locale. In seguito passeggiata per Ginza, il quartiere della moda e del lusso e per finire vi recherete alla Piazza del Palazzo Imperiale.
Rientro in hotel. È la notte di Capodanno! Potete decidere di trascorrere la serata al santuario shinto Meiji Jingu, come vuole la tradizione giapponese, oppure potete festeggiare con spumante e fuochi d’artificio nei vivaci quartieri di Shibuya o Shinjuku!! Pernottamento presso il Shinagawa Prince Hotel Main Tower o similare.

TOKYO
E’ una città ricca di tutto. Perennemente tesa verso il futuro, con panorami urbani fantascientifici di luci al neon e alti grattacieli, non dimentica il suo passato di antica capitale dello shogunato le cui tracce si possono ripercorrere assistendo ad uno spettacolo di kabuki o ammirando i ciliegi in fiori nel parco di Ueno.
Tokyo ha musei eccellenti, templi grandiosi, santuari suggestivi, giardini eleganti e fonti termali, ed è necessario del tempo per poterla godere fino in fondo, assaporando dell’ottimo sushi e facendo shopping.
Il Tokyo Metropolitan Government offices è la sede del governo metropolitano i Tokyo, ed è un complesso di granito grigio stupefacente e dall’architettura peculiare e imponente; dalle sue terrazze panoramiche delle torri gemelle al piano 45F si gode una spettacolare vista e nelle giornate più limpide si può addirittura scorgere il Monte Fuji a Ovest. Il quartiere di Asakusa, con il suo antico tempio, conserva un forte spirito dell’antica Shitamachi . All’inizio del Novecento era un quartiere popolare dei divertimenti come Montmartre a Parigi, ma ora non rimane più nulla di questo. Il Kannon Temple è il più visitato di Tokyo e custodisce una statua dorata di Kannon, il bodhisattva della compassione che nell’iconografia giapponese, spesso assume sembianze femminili; la leggenda dice che la scultura sia stata recuperata da due pescatori tra i flutti del vicino Sumida-gawa nel 628 d.C. e da allora la statua è sempre rimasta nel tempio, la cui struttura attuale risale al 1950. Si accede al complesso del tempio attraverso il favoloso portale rosso Kaminari-mon (Porta del Tuono). Dal portale, sorvegliato da Fujin (il dio del vento) e Raijin (il dio del tuono) si entra al Nakamise-dori (Nakamise Shopping Arcade), una strada di negozi all’interno del complesso templare, dove si vende di tutto. Alla fine del Nakamise si trova il tempio vero e proprio con la Pagoda a Cinque Piani altra 55 m, molto pittoresca alla sera quando è illuminata. Sull’esistenza reale della statua dorata di Kannon vive un mistero, ma questo non impedisce un flusso costante di fedeli.
Ginza è per Tokyo ciò chel a Fifth Avenue è per New York. Negli anni ’70 dell’Ottocento Ginza fu il primo quartiere a modernizzarzi, accogliendo nuovi edifici di mattoni all’occidentale, i primi grandi magazzini, i lampioni a gas e altri segni della futura globalizzazione. Oggi ci sono altri quartieri commerciali che possono competere con Ginza in quanto a ricchezza, vitalità e popolarità, ma questa zona conserva un peculiare carattere snob che lo rende particolare, ed è davvero interessante. E’ anche la zona originale delle gallerie d’arte di Tokyo e ve ne sono ancora molte in attività. La stretta Namiki-dori è la strada della vita notturna più esclusiva di Tokyo, dove eleganti donne in kimono attendono l’arrivo di dirigenti d’azienda e politici in bar e club riservati ai soci.
Il Meiji Jingu Shrine il santuario shintoista più imponente di Tokyo dedicato all’imperatore Meiji e all’imperatrice Shoken. Fondato nel 1920, fu distrutto dai bombardamenti aerei della seconda guerra mondiale e ricostruito nel 1958, ma, a differenza di altri siti riedificati, questo mantiene un’atmosfera autentica. L’imponente torii di legno che dà accesso al santuario è stato scolpito con il tronco di un cipresso giapponese di 1500 anni.
Harajuku è la passerella di Tokyo, dove le fashion victim vanno a fare acquisti e farsi vedere. Takeshita-dori è il afmoso bazar della subcultura giovanile dove sfilano in una sorta di pellegrinaggio gli adolescenti di tutto il Giappone in particolare le goth-loli (ragazzine che si vestono e si truccano con uno stile che una via di mezzo tra la moda romantic goth e la moda Lolita). Gli appassionati dell’architettura contemporanea vorranno sicuramente vedere Omote-sando, un viale dall’aspetto regale dove gli stilisti hanno le proprie boutique in edifici di architetti famosi. La magnifica parata di negozi che sembrano quasi sculture, è una sorta di showroom all’aperto del talento dei più famosi architetti contemporanei, principalmente giapponesi.


4° GIORNO - 1 Gennaio: Tokyo (Nikko - Tokyo)

Intera giornata libera a disposizione per esplorare in autonomia i tanti quartieri della grande città di Tokyo. Pernottamento presso il Shinagawa Prince Hotel Main Tower o similare.

Visita guidata opzionale - Nikko
Alla scoperta di Nikko, immersa in un magnifico scenario naturale, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Visita al santuario Tosho-gu (XVII sec.), mausoleo del grande Shogun Tokugawa Ieyasu, al santuario Futarasan, fondato nel 782 e dedicato alle tre montagne sacre di Nikko: i monti Taro, Nyoho e Nantai. Infine escursione alle vicine cascate di Kegon, una delle mete naturalistiche più belle e conosciute in Giappone. Pranzo escluso.

5° GIORNO - 2 Gennaio: Tokyo - Kyoto - Lago Biwa

Colazione in hotel e incontro con la guida parlante italiano alla lobby dell’hotel.
Partenza per Kyoto con lo Shinkansen, il famoso «treno proiettile». Arrivati a Kyoto visiterete il tempio Kiyomizu-dera, letteralmente “Tempio dell’acqua pura”, uno dei templi più antichi e conosciuti del Giappone. La sua terrazza in legno, sostenuta da 139 pali giganti di 15 metri di altezza, è a strapiombo su un burrone ed offre un magnifico panorama. Visita nei dintorni Ninenzaka e Sannenzaka. Si termina con la visita nell’affascinante quartiere delle geishe di Gion, dove, nel tardo pomeriggio, è possibile incrociare la strada con qualche graziosa Maiko a passeggio in kimono.
Trasferimento in un ryokan sullo splendido Lago Biwa. Per cena gusterete i piatti tradizionali della cucina giapponese di capodanno e dormirete sdraiati sui futon. Pernottamento presso il Biwako Grand Hotel o similare.

6° GIORNO - 3 Gennaio: Biwako - Nara - Kyoto

Colazione in stile tradizionale in ryokan e incontro con la guida parlante italiano.
Tour di mezza giornata dell’antica città di Nara, che fu capitale del Giappone dal 710 al 794. Visiterete il tempio Todai-ji, che custodisce il Grande Buddha, una delle statue bronzee più grandi del mondo.
Pranzo in ristorante locale. Si prosegue con la visita del grande santuario shintoista Kasuga, circondato da circa 10.000 lanterne di pietra. Entrambi gli edifici si trovano nel parco di Nara, dove vivono numerosi daini in semi libertà.
Rientro a Kyoto. Pernottamento presso il New Miyako Hotel o similare.

NARA
Prima capitale stabile del Giappone, Nara è anche una delle mete più significative del paese. Con otto siti dichiarati patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, la città è seconda solo a Kyoto per l’importanza del patrimonio culturale. Il fiore all’occhiello di questa città è il Daibutsu (Grande Buddha), in grado di competere, in quanto a fama, con il Monte Fuji e il Padiglione d’Oro di Kyoto.
Il Grande Buddha è conservato nel Todai-ji nel padiglione Daibutsu-den di questo imponente complesso templare. L’edificio è la principale attrattiva di Nara, caratterizzato tra l’altro da un imponente portale il Nandai-mon con due guardiani Nio dall’espressione feroce. Queste due statue lignee sono considerate tra le più belle del Giappone, se non del mondo intero. Gran parte del complesso del Todai-ji si può visitare gratuitamente tranne il Daibutsu-den.
Il Kasuga Taisha Shrine è un santuario fondato nell’VIII secolo e fu completamente ricostruito ogni 20 anni, come previsto dalla tradizione shintoista, fino alla fine del XIX secolo. Sorge ai piedi della collina nella piacevole cornice di un bosco. Ai lati della via di accesso al santuario si trovano centinaia di lanterne, cosi come all’interno dell’edificio. Qui vi si svolge due volte l’anno, la festa delle lanterne, un evento di grande richiamo. Il Nara Park, invece, è un parco pubblico situato nella città, ai piedi del Monte Wakakusa, istituito nel 1880. Il Parco è uno tra i luoghi di bellezza paesaggistica indicato dal Ministro dell’Istruzione. Vi si trovano oltre 1200 sika (cervi) selvaggi che vagano tranquillamente nel parco e sono considerati anch’essi Monumento Naturale.


7° GIORNO - 4 Gennaio: Kyoto

Colazione in hotel e incontro con la guida parlante italiano alla lobby dell’hotel. Intera giornata dedicata alla visita di Kyoto, la culla della civiltà e dell’arte giapponese. Visita al Tempio Kinkakuji (“Il Padiglione d’Oro”), il tempio simbolo della città, reso celebre dal romanzo dello scrittore Yukio Mishima. Un meraviglioso giardino si estende davanti a questo padiglione ricoperto con foglie d’oro. Si prosegue con la visita al Tempio Ryoanji e al suo giardino secco con 15 rocce disposte in modo da non essere viste tutte insieme in un solo sguardo. La semplicità e la purezza di questo giardino sono l’emanazione dei principi del Buddismo Zen. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita al Castello di Nijo, simbolo del potere e della ricchezza dello shogunato di Edo. Per finire visita per ammirare gli infiniti portali rossi (torii) del Fushimi Inari Taisha, santuario dedicato ad Inari, divinità del riso e patrono degli affari.
Pernottamento presso il New Miyako Hotel o similare.

KYOTO
Per gran parte della sua storia, Kyoto è stata per il Giappone, e ancora oggi, è il luogo per capire questo paese. Qui si trovano tutti gli elementi che associano normalmente al Sol Levante: templi antichi, santuari colorati e giardini stupendi. Kyoto, con i suoi 17 siti Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO, più di 1600 templi buddhisti e oltre 400 santuari shintoisti, è una delle città più ricche dal punto di vista cultuale. L’architettura tradizionale è accompagnata dal splendide danze di geisha, spettacoli di teatro “kabuki” , insieme ad una gamma incredibile di negozi e ristoranti che rispecchiano anche la parte moderna della città. Orientarsi a Kyoto è molto semplice, in quanto le strade sono disposte secondo una griglia ortogonale.
Kinkakuji Temple è il celeberrimo padiglione d’Oro di Kyoto e uno dei siti più suggestivi del Giappone. L’edificio originario fu costruito nel 1397 come residenza dello shogun Ashikaga Yoshimitsu e trasformato in tempio da suo figlio. Nel 1950 un giovane monaco mise fine alla sua ossessione per questo tempio, dandolo alle fiamme. Nel 1955 fu completamente ricostruito sulla base del progetto originario, ma la copertura in foglia d’oro fui applicata anche ai piani inferiori.
Nijo Castle fu costruito nel 1603, come residenza ufficiale a Kyoto di Tokugawa Ieyasu, primo shogun di questa famiglia. Lo stile sfarzoso era volto a sottolineare il prestigio di Ieyasu e a rilevare il declino del potere imperiale. Per difendersi dalle possibili slealtà dei sudditi, fece costruire tutti gli ambienti interni con speciali pavimenti cosiddetti “a usignolo” che scricchiolano al minimo rumore e fece ricavare delle nicchie nascoste dalle quali le guardie potevano sorvegliare le sale. Il castello contiene edifici e stanze suggestive ricche di colori e paraventi e un magnifico giardino.
Kiyomizu Temple è un antico edificio costruito per la prima volta nel 798, ma gli edifici attuali sono del 1633. Appartenente alla scuola buddhista Hosso, originaria di Nara, il tempio è riuscito a sopravvivere nel tempo alle numerose cospirazioni tramate dalle scuole buddhiste locali; oggi è uno dei punti di riferimento del paesaggio più famosi della città, molto frequentato in primavera ed autunno. L’edificio principale è contornato da un vasto portico che si affaccia sulla collina, sostenuto da centinaia di colonne. Poco più in basso scorre la cascata Otowa-no-taki dove i visitatori bevono le sue sacre acque, che si ritiene donino salute e longevità. Sparsi nel complesso vi sono altri padiglioni e santuari: al Jishu-jinja i vivistatori di assicurano il successo in amore percorrendo ad occhi chiusi, i circa 18 metri che separano una coppia di pietre: mancare la seconda pietra significa vedere svanire tutte le proprie speranze. Un’esperienza interessante prima di entrare nel complesso è quella di cercare la roccia Tainai-meguri, che si trova a sinistra della pagoda situata di fronte all’ingresso principale (non ci sono cartelli in inglese).
Il quartiere di Gion è celebre per il divertimento per le geisha di Kyoto. E’ situato sulla sponda orientale del Kamo-gawa. Nonostante il traffico congestionato e i locali notturni sottraggano alla zona, parte del suo fascino, si possono trovare ancora zone dove è bello passeggiare e di sera il quartiere è particolarmente bello. La strada principale è caratterizzata da case da tè e ristoranti tradizionali del XVII secolo, in alcuni casi dedicati solo agli intrattenimenti delle geisha. Un’altra zona da non perdere di Gion p Shinbashi, una delle vie più belle di tutta l’Asia soprattutto durante la stagione della fioritura dei ciliegi.


8° GIORNO - 5 Gennaio: Kyoto

Colazione in hotel. Intera giornata libera a disposizione per esplorare in autonomia la meravigliosa città di Kyoto o per comprare souvenir e prodotti tipici. Pernottamento presso il New Miyako Hotel o similare.

9° GIORNO - 6 Gennaio: Osaka - Italia

Colazione in hotel. Check-out alle 11:00. Trasferimento all’aeroporto di Osaka (KIX) in autonomia. Rientro in Italia.

QUOTE PER PERSONA IN EURO

Partenze ogni Sabato
PartenzaIn Camera DoppiaSuppl. SinsolaIn Camera Tripla
29/12/183.4904.2903.390
Quota d'iscrizione: € 75
Tasse aeroportuali: € 370
Assicurazione vedi tabella

La quota comprende:
• i passaggi aerei in classe economica speciale con voli di linea Finnair.
1. Al momento della prenotazione verificate che il nome comunicato corrisponda esattamente a quello riportato sul passaporto. Eventuali spese di riemissione a causa di nomi comunicati errati saranno a carico del cliente. A tale proposito consigliamo di trasmettere via fax o e-mail la copia del passaporto.
2. Per evitare spiacevoli imprevisti preghiamo i cittadini con passaporto straniero di comunicarlo in fase di preventivo, o nel momento stesso della prenotazione, per verificare eventuali visti d’ingresso richiesti.
3. Le quote di partecipazione sono calcolate utilizzando una “tariffa aerea speciale” in classe economica. In fase di prenotazione, se non ci fosse disponibilità nella classe speciale, le quotazioni potrebbero subire delle variazioni di prezzo.
• HOTEL: Tokyo (3 notti), Lago Biwa (1 notte), Kyoto (3 notti) nelle strutture indicate.
• GUIDA/ASSISTENTE: Assistente dall'aeroporto all'hotel in lingua italiana (giorno 1) . Guida in lingua italiana (giorno 2, 4, 5, 6). Supporto telefonico (numero di emergenza) per la durata del soggiorno.
• TRENO: Shinkansen (2a classe, posti riservati) Tokyo-Kyoto.
• TRASPORTI: Mezzi pubblici per visite e spostamenti come da programma. Nel caso in cui il numero dei partecipanti sia superiore a 15 persone potrebbero essere utilizzati i mezzi privati.
• PASTI: 7 colazioni*, 3 pranzi, 1 cena. * In caso di volo la mattina presto la colazione non sarà compresa e non può essere rimborsata.
• BAGAGLI: Tokyo-Kyoto (1pz/pp). Eventuali colli aggiuntivi 2.500 yen da pagare sul posto.

La quota non comprende:
• Le tasse aeroportuali - indicative per persona (da riconfermarsi al momento della prenotazione)
• Quota d’iscrizione
• Assicurazione annullamento, medico e bagaglio
• Le bevande
• Servizi e trattamenti non espressamente indicati
• Mance, facchinaggi ed extra di genere personale
• Eventuali spese per la consegna di bagagli in ritardo

Giappone|6
Giappone
Itinerario in versione PDF (630 Kb)
Aggiornamento: 20/09/18 12:05